Settimane d’azione 2019

Le Settimane d’azione contro la tratta di esseri umani si rinnoveranno anche quest’anno attorno alla data simbolica del 18 ottobre. Maggiori informazioni sugli eventi organizzati in tutta la Svizzera saranno disponibili in questa pagina a programma finalizzato. 

Attività precedenti

La Svizzera celebra dal 2012 la giornata europea contro la tratta di esseri umani (18 ottobre) alternando giornate e settimane d’azione: 

  • Nella ricorrenza del 18 ottobre 2018 l’OIM Berna ha organizzato in collaborazione con il DFAE una conferenza a Ginevra sul tema “Tecnologia numerica: un’occasione senza precedenti per la prevenzione della tratta” (Digital technology: an unprecedented opportunity for the prevention of trafficking). In questa sede sono stati esposti gli strumenti tecnici specificamente sviluppati per a) sensibilizzare l’opinione pubblica, b) facilitare la segnalazione di casi sospetti e c) migliorare la raccolta di dati, potenziarne l’utilizzo e la loro condivisione. 
  • Per la “terza edizione delle Settimane d’azione contro la tratta di esseri umani” nel 2017, l’OIM ha coordinato 21 manifestazioni su tutto il territorio nazionale che dal 17 ottobre al 3 novembre hanno messo in evidenza questa grave violazione dei diritti umani. Tramite di esse la popolazione ha avuto modo di documentarsi su questo fenomeno. L’iniziativa ha raggiunto direttamente più di 1700 persone, ottenendo inoltre un riscontro mediatico da oltre 30 mezzi di comunicazione. 
    All’interno di questa edizione è stato inaugurato il bus espositivo itinerante sulla tratta. 
  • Per l’occasione del 18 ottobre 2016, l’OIM ha allestito a Berna la proiezione del film “Face Down”, seguita da una discussione pubblica con la partecipazione del regista e di esperti di tratta sia nazionali che internazionali. Durante lo stesso anno, la cartolina postale “Wonderland” è stata stampata con una tiratura di 19'000 esemplari e diffusa nelle cinque principali città svizzere (Ginevra, Losanna, Berna, Basilea e Zurigo). 

  • La seconda edizione delle Settimane d’azione si è concentrata dal 14 al 21 ottobre 2015 sul tema della prevenzione della la tratta di esseri umani in Svizzera. Una serie di esposizioni, dibattiti, proiezioni, conferenze, rappresentazioni teatrali e campagne di affissione manifesti sono state messe a punto, sotto la direzione di 18 attori impegnati a livello locale, per documentare questa grave violazione dei diritti umani. Complessivamente hanno avuto luogo 12 iniziative in 7 cantoni. 
    L’edizione del 2015 ha visto altresì la produzione di un cortometraggio trasmesso nelle maggiori stazioni ferroviarie svizzere (Basilea, Berna, Ginevra, Losanna e Zurigo) e in circa 260 uffici postali.
  • Nella ricorrenza del 18 ottobre 2014, l’OIM Berna ha sviluppato congiuntamente con la Polizia comunale di Soletta l’esposizione “High Heel Passenger”: ispirata alla Settimana d’azione dell’anno precedente, la rassegna ha esibito disegni di studenti di Berna e Zurigo invitati, nell’ambito di un corso introduttivo sul tema, ad esprimere la loro interpretazione della tratta. 
  • La prima Settimana svizzera d’azione contro la tratta di esseri umani è stata celebrata dal 18 al 25 ottobre 2013; appello alla sensibilizzazione sulla tratta accolto positivamente dall’arena mediatica svizzera, che a essa ha concesso per l’occasione ampi spazi. 
  • Per la celebrazione del 18 ottobre 2012, l’OIM e i suoi partner hanno indetto una conferenza nazionale intitolata “Cosa fa la Svizzera per lottare contro la tratta di esseri umani?”. L’evento è stato contraddistinto dalla presentazione della Consigliera federale Simonetta Sommaruga del primo Piano d’azione nazionale svizzero contro la tratta (2012-2014). 

Archivio 2017
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2013

Poster delle settimane svizzere contro la tratta 2017​

Partner